Si possono fare previsioni sui prezzi del petrolio?

Trattare il petrolio è un eccellente modo di guadagnare online rapidamente. Ma bisogna essere capaci di prevedere quale sarà l’evoluzione dei prezzi del petrolio. Maè possibile fare una simile previsione a breve, medio o lungo termine sul prezzo del petrolio?

È ovviamente possibile grazie a vari metodi che permettono di ottenere questo risultato. Vi spiegheremo qui quali sono questi metodi e come utilizzarli.

 

Fare una previsione sul prezzo del petrolio con l’analisi tecnica

Il principale strumento che permette di fare una previsione sul prezzo del petrolio è ovviamente l’analisi tecnica ovvero l’analisi in diretta dei grafici dei corsi del barile di petrolio. Questi grafici ci danno infatti preziose indicazioni sulle possibilità di evoluzione dei prezzi a breve come a lungo termine.

Per farlo basta saper interpretare i vari indicatori che potrete trovare su questi grafici tra cui:

  • Le tendenze. Le tendenze sono facili da rintracciare e corrispondono a dei marcati movimenti al rialzo o al ribasso. Più una tendenza è forte, più rischia di durare nel tempo e viceversa.
  • La volatilità. È la forza della tendenza attuale. Più la volatilità è forte, più la tendenza ha delle possibilità di proseguire nel tempo.
  • I supporti tecnici. Un livello di supporto è il livello più basso raggiunto precedentemente dalla tendenza. Se questo livello viene superato al ribasso, la tendenza è confermata e i prezzi dovrebberocontinuare a scendere. Se questo livello di supporto non viene superato ci si può aspettare un’inversione della tendenza al rialzo.
  • Le resistenze tecniche. Una resistenza tecnica è l’esatto opposto di un supporto. Si tratta del livello più alto raggiunto in precedenza dalla tendenza. Quando questo livello viene superato al rialzo, la tendenza rialzista dovrebbe proseguire. Nel caso opposto annuncia un’inversione dei prezzi al ribasso.

Esistono molti altri indicatori tecnici di cui non parleremo ora perché sono più complessi.

 

Individuare la tendenza del petrolio con le medie mobili

Le medie mobili possono essere utilizzate sia su periodi lunghi che brevi in funzione della propria modalità di trading. Permettono quindi di individuare delle tendenze a breve e a lungo termine.

In termini grafici, un appiattimento o un’inversione di media mobile permette di rivelare un cambio di tendenza. Bisogna anche fare attenzione alla posizione del corso spot in rapporto alla media mobile. L’incrocio di medie mobili è anch’esso un segnale forte di vendita o di acquisto. Per esempio, una media mobile a 50 giorni che passa sotto ad una media mobile a 20 giorni sarà un segnale di vendita ed una media mobile a 50 giorni che passa al di sopra di una media mobile a 100 giorni sarà un segnale di acquisto.

 

Individuare la tendenza del petrolio con il MACD

L’indicatore MACD (Moving Average Convergence Divergence) permette di anticipare un’inversione di tendenza in maniera più precisa delle medie mobili, in particolare per i movimenti a breve termine.

In termini grafici, il MACD è rappresentato da una linea di segnale e da una linea MACD. Quando le due curve si incrociano si ottiene un segnale di acquisto o di vendita: una linea MACD che passa al di sopra della linea di segnale indica un tendenza rialzista e viceversa.

Questo tipo di indicatore è uno dei più facili da apprendere tecnicamente.

 

Individuare la tendenza del petrolio con le bande di Bollinger

Dal punto di vista visivo, le bande di Bollinger sono raffigurate da tre curve di cui una rappresenta la media mobile su 20 giorni e le altre due sono situate ai due lati della curva principale ad una distanza corrispondente a due volte la deviazione standard.

Questo indicatore permette di identificare la forza della tendenza attuale. Una tendenza molto volatile sul petrolio visualizzerà delle bande più larghe con una deviazione standard elevata. Al contrario, quando la tendenza è debole e poco affidabile, si osserverà una deviazione standard anch’essa debole e delle bande più ravvicinate.

Quando il corso del petrolio si avvicina alla curva inferiore si è in presenza di un segnale forte di acquisto e, al contrario, quando si avvicina alla banda superiore è un segnale di vendita importante.

Grazie a queste due informazioni è quindi possibile rilevare al contempo la direzione e la forza della tendenza del petrolio.

 

Fare una previsione sui prezzi del petrolio con l’analisi fondamentale

Un altro metodo di analisi che permette di anticipare un rialzo o un ribasso dei prezzi del petrolio è l’analisi fondamentale. Consiste nello sfruttare i dati non tecnici per prevedere la reazione del mercato petrolifero.
Per farlo basta consultare il calendario economico nel quale sono pubblicati gli avvenimenti suscettibili di influenzare i prezzi. Tra questi eventi troviamo:

  • L’evoluzione delle scorte di petrolio. Degli stock in crescita comporteranno un ribasso dei prezzi e viceversa.
  • Gli annunci dei paesi produttori di petrolio.
  • L’evoluzione del valore del dollaro, inversamente proporzionale a quella del petrolio. Ovvero un dollaro forte renderà meno attraente il petrolio per gli investitori stranieri, tendendo così a far scendere la domanda e quindi il prezzo.

Ovviamente per fare una previsione affidabile sui prezzi del petrolio è saggio utilizzare contemporaneamente l’analisi tecnica e quella fondamentale.

Come utilizzare queste previsioni per trattare il petrolio?

Tutti i broker Forex e di opzioni binarie che propongono di trattare il petrolio mettono a disposizione dei trader gli strumenti necessari a queste previsioni con dei grafici che includono degli indicatori e il calendario economico.